IndietroHomeAnteprima di stampa

Rassegna Stampa - 13/03/2018

Come cambia il design dell’hotel

Guida Viaggi

Se ne parla a Milano dal 16 al 22 aprile con Tourism Investment, Pkf e AboutHotel

Dodici installazioni per altrettanti gruppi alberghieri ospiti e poi spazio a conferenze, networking, panel, discussioni, presentazioni ed esposizioni dedicate a sviluppatori, albergatori, gruppi, aziende, architetti, interior designer e consulenti immobiliari. E’ l’evento Tourism Investment-Hospitality & Design Forum dal 16 al 22 aprile negli spazi del Lambrate Design District, a Milano.
In occasione della settimana del Salone Internazionale del Mobile, l’appuntamento più importante al mondo sull’arredo, questo evento Fuorisalone è dedicato alla progettazione e al contract ed è realizzato con Tourism Investment, Pkf e AboutHotel, il canale specializzato sull’hotellerie di Guida Viaggi.

All’interno, Hotel Regeneration è un vero e proprio happening che si estenderà su una superficie di oltre 4000 mq, e presenterà al visitatore diversi spaccati di ambienti, 12 installazioni appunto, dedicate all’accoglienza e concepite dall’architetto Simone Micheli come opere d’arte vere e proprie. “Sono prototipi, visioni progettuali, rigenerazioni che ripensano il modo di fare e rinnovare l’hotellerie e connettono l’arte agli hotel. Ormai il mondo alberghiero è sempre più consapevole dell’importanza di essere al centro dell’esperienza di ospiti e viaggiatori e l’architettura non è solo al servizio ma diventa parte attiva nel definire la personalità dell’edificio come del gruppo che vi è dietro”, ha spiegato Micheli durante il panel dedicato alla scorsa Bit di Milano.

Ogni spaccato, composto da prodotti tailor made, sarà dedicato a una differente catena alberghiera con l’obiettivo di rendere concreta la commistione tra i desideri e la soddisfazione reale delle necessità dei clienti. L’identità di brand passa sempre di più da questo tipo di esperienza.

“Un investimento di rigenerazione deve essere continuo, non è solo una questione estetica, ma indica ai clienti dove va il brand, le scelte che fa”, ha raccontato alla presentazione Sara Digiesi, responsabile marketing Best Western Italia. Il gruppo ha 4000 strutture nel mondo e oltre 160 in Italia. “Per noi rinnovare è normale, abbiamo sempre dei cantieri aperti. Lavoriamo in squadra, chi segue la progettazione deve sempre collaborare con il management e capirne le esigenze”. L’architettura dell’hotel non identifica solo il brand ma anche ne caratterizza la personalità e a volte costituisce una vera icona per il luogo dove si trova.
“L’hotel è un palcoscenico, attraverso cui far veicolare importanti messaggi, non basta quindi solo intervenire sulla struttura e il design ma sul concetto, su quello che si vuole comunicare”, ha aggiunto Francesco Scullica, architetto e professore al Politecnico di Milano.